Plasmati, la Corte federale dà ragione alla società

Respinto l’appello dell’attaccante, confermando la delibera della Commissione tesseramenti e ponendo a carico del giocatore tutte le spese

CATANIA. Si è concluso con una sentenza favorevole al Catania Calcio il contenzioso tra la società rossazzurra e Gianvito Plasmati, attaccante in forza agli etnei, per la validità del vincolo tra lui e il club del presidente Pulvirenti.
In un comunicato ufficiale apparso sul proprio sito web, il Catania ha annunciato che "nell'odierna udienza, presente in aula anche l'amministratore delegato Pietro Lo Monaco, la Corte di Giustizia federale, pronunciandosi definitivamente in merito al ricorso proposto dal calciatore Gianvito Plasmati, ha respinto il predetto appello, confermando l'impugnata delibera della Commissione tesseramenti e ponendo a carico del giocatore tutte le spese, comprese quelle peritali".
"L'organo giudicante - conclude il Catania - ha accolto integralmente i teoremi difensivi, proposti dagli avvocati Eduardo Chiacchio e Michele Cozzone, legali del club etneo, confermando la piena validità del contratto, con scadenza 30 giugno 2011 e rigettando ogni richiesta e pretesa avanzata dal Plasmati".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati