Patenti facili: pm chiede il rito immediato

Chiesto per tutti i 51 arrestati nell'operazione che ha portato in carcere anche tre funzionari della Motorizzazione di Palermo, sette titolari di autoscuole e agenzie di disbrigo pratiche, oltre a altre 41 persone che facevano parte del "sistema"

PALERMO. Il pm di Palermo Amelia Luise ha chiesto il rito immediato per tutti i 51 arrestati nell'operazione che ha portato in carcere anche tre funzionari della Motorizzazione di Palermo, sette titolari di autoscuole e agenzie di disbrigo pratiche, oltre a altre 41 persone che facevano parte del "sistema" che permetteva, in cambio di 100 euro, pratiche velocissime per il rilascio di patenti e altri documenti.     Il "re delle patenti facili" era il funzionario della Motorizzazione Antonino Nobile, che subito dopo l'arresto, a gennaio, ha confessato come altre dodici persone coinvolte nell'inchiesta.     Le corruzioni accertate dagli investigatori sono 122. Le prove a carico di Nobile e dei suoi complici e dei sette titolari di agenzie, a cui è stato contestata l'associazione a delinquere finalizzata alla corruzione, sono schiaccianti tanto da permettere al pm di chiedere il rito immediato saltando l'udienza preliminare. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati