Investe un bimbo, lo crede morto e si uccide

Un ventunenne, intorno alle 19, aveva travolto il piccolo, che poi si è salvato, con la sua auto. Poi, in preda ai sensi di colpa, si lanciato dal Ponte Corleone

PALERMO. Una persona si è tolta la vita stasera lanciandosi dal Ponte Corleone di via Regione Siciliana a Palermo. Sono intervenuti i vigili del fuoco, allertati da alcuni automobilisti in transito. Pesanti conseguenze per il traffico sulla circonvallazione, rimasto paralizzato per alcune ore.
A togliersi la vita è stato un giovane di 21 anni di Palermo, dopo avere investito in un incidente automobilistico un bambino di 10 anni. Credendo di averlo ferito gravemente o addirittura ucciso, è scappato senza soccorrerlo e si è gettato nel vuoto, secondo quanto ricostruito dai carabinieri.
Il bimbo invece, trasportato all'ospedale Di Gristina, è stato ricoverato con prognosi riservata, ma non risulta in pericolo di vita. L'incidente è avvenuto intorno alle 19, nel quartiere Mezzo Monreale. Il giovane poi ha proseguito "in preda a un raptus di colpa", come spiegano i militari, ed è arrivato in via Regione Siciliana, dove si è gettato dall'antico ponte Corleone, sul fiume Oreto. L'hanno visto dei passanti, che hanno chiamato il 112, e i militari non hanno potuto fare altro che constatare il decesso. Per il recupero della salma sono intervenute squadre speciali dei vigili del fuoco. L'auto del giovane, rimasta parcheggiata, é stata posta sotto sequestro. Sono in corso indagini dei carabinieri della Compagnia piazza Verdi e del Nucleo Radiomobile di Palermo, per ricostruire l'esatta dinamica dell'accaduto.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati