Libia, chiude l’aeroporto di Trapani

Stop al traffico aereo civile a Birgi. I voli saranno dirottati in altri scali

TRAPANI. Scatterà dalle 8:30 di domani la chiusura ai voli civili dell' aeroporto civile Vincenzo Florio di Trapani Birgi.   
La decisione è stata presa nel pomeriggio dopo un incontro nella base militare che ospita il comando del 37simo stormo dell'aeronautica militare tra il presidente dell'Airgest, Salvatore Ombra e il comandante dela base Mauro Gabetta. Domani mattina prima dello stop decolleranno due aerei.
I voli saranno dirottati su altri aeroporti. Lo confermano all'ANSA fonti dell'Enac.
L'aeroporto civile "Vincenzo Florio" di Trapani, che dista 15 km dal capoluogo, è attiguo alla base del 37simo stormo dell'Aeronautica militare. Alcune piste sono in comune. La principale compagnia aerea interessata dalla chiusura dell'aeroporto trapanese è la "Ryanair" che collega con voli low cost la Sicilia con le principali destinazioni europee oltre che con altre città italiane. L'aeroporto di Trapani Birgi, insieme con la base di Sigonella e con l'aeroporto di Pantelleria, è al centro delle attività dell'aeronautica Nato che interessano il conflitto in Libia. Oggi nell'aeroporto sono arrivati quattro velivoli Euro Fighter 2000 dallo stormo di Grosseto. Ieri erano giunti altri aerei militari che ora sono schierati: gli Awacs, una sorta di radar volanti, gli F16, i Tornado, gli F18 canadesi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati