Palermo, contributi percepiti irregolarmente: una condanna

PALERMO. La sezione giurisdizionale d'Appello della Corte dei conti ha condannato l'imprenditore agrigentino Diego Agrò a risarcire all'Agea oltre 26 mila euro, pari all'indebita percezione, relativamente alle campagne agricole 1999-2004, di contributi comunitari all'agricoltura. I giudici hanno accertato che Agrò chiese e ottenne quei contributi con false dichiarazioni, poiché omise di dichiarare che era sottoposto alla misura della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza. (sentenza 20/A/2011)

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati