Palermo, una delibera sbagliata blocca i Fondi Cipe

Inserito per errore un parere del ragioniere generale nel documento che doveva dare il via libera ai 35 milioni destinati alle aziende partecipate di Palazzo delle Aquile

PALERMO. Un parere inserito per errore in una delibera congela 35 milioni di fondi Cipe destinate alle ex municipalizzate di Palermo. Nel documento che avrebbe dovuto dare il via libera alla distribuzione dei soldi – come rivela il Giornale di Sicilia in edicola oggi – era stato infatti inserito il parere del ragioniere generale del Comune Paolo Basile che esprimeva dubbi sul conferimento dei fondi anche alla Gesip. In realtà, però, di quei 35 milioni nulla era destinato all’ex società mista di Palazzo delle Aquile. Un errore che ha generato lo stop alla destinazione dei fondi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati