Maxi-isola pedonale a Mondello, pioggia di sì

Raccolte mille firme tra commercianti e residenti. La petizione verrà inviata al Comune. Il progetto potrebbe diventare realtà entro l’estate

PALERMO. L’isola pedonale piace. In mille hanno detto sì alla richiesta di chiusura al traffico del lungomare di Mondello, ad un miglioramento della viabilità e al restyling della piazza. E lo hanno fatto attraverso una raccolta di firme che ha riunito commercianti e residenti della borgata, con un unico obiettivo: puntare i riflettori sul litorale palermitano tutto l’anno e non solo durante i tre mesi estivi. Il passo successivo sarà quello di presentare entro la fine del mese il programma, insieme ai consensi, all’assessore al Traffico Mario Milone, che ha comunque assicurato che i tempi ci sono e già in estate, se fattibile, si potrebbe realizzare. Una sinergia che vede partecipi cittadini e politici.
«Istituzioni e società insieme per un piano condiviso – ha detto Manfredi Agnello, capogruppo di Forza del Sud in consiglio comunale – che renda la zona fruibile a 360 gradi». Il progetto, elaborato da Riccardo Agnello, presidente dell’associazione Salvare Mondello, in collaborazione con il Centro commerciale naturale Mondello, ma anche Mondello Lido e La Medusa, prevede lo stop alle auto in un ampio tratto di viale Regina Elena (da piazza Valdesi allo stabilimento), una maxi isola pedonale in piazza e in via Mondello e il doppio senso di circolazione nelle vie Torre di Mondello e Gallo, dove passerebbero solo i residenti, gli ospiti degli alberghi, i mezzi pubblici e le vetture dirette a Fossa del Gallo. Sarebbe inoltre eliminato il posteggio ai lati della strada, da via Teti all’hotel La Torre.
La versione integrale dell’articolo sul Giornale di Sicilia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati