Palermo, docenti e studenti in sit-in per difendere la Costituzione

L'evento è stato organizzato in piazza Verdi dalla Flc-Cgil. "Siamo qui - hanno spiegato - per dire che non può esserci democrazia senza una scuola pubblica di qualità"

PALERMO. Circa mille persone, tra cui molti studenti, insegnanti, ricercatori hanno partecipato a Palermo al sit-in in difesa della Costituzione e della scuola pubblica organizzato in Piazza Verdi dalla Flc-Cgil. "Siamo qui - ha detto il segretario regionale della Cgil Mariella Maggio - per dire che non può esserci democrazia senza una scuola pubblica di qualità e aperta a tutti".    
"La grande partecipazione di oggi - ha aggiunto - dimostra che è in atto un grave attacco ai diritti fondamentali di questo paese, dalla scuola alla giustizia, e di questo le persone sono coscienti". Anche gli studenti della rete dei collettivi hanno partecipato alla mobilitazione, organizzando un corteo, che è partito da Piazza Croci fino a Piazza Verdi, dove si è unito agli altri manifestanti. Lungo il percorso gli studenti hanno affisso dei cartelli con riportati alcuni articoli della Costituzione.    
"Siamo in piazza - ha detto Alessandro Cucchiara, rappresentante di istituto del Liceo Meli di Palermo -  per difendere la scuola pubblica. Piuttosto di fare propaganda e dire che nelle nostre scuole vengono inculcati valori contrari alla famiglia - ha aggiunto - il governo dovrebbe capire che c'é bisogno di strutture e di risorse, non di tagli". Simbolicamente, infine, il segretario regionale di Rifondazione comunista, ha donato a cinquanta giovani siciliani, che in questi giorni compiono 18 anni, una copia della Costituzione.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati