Sicilia, Sport

Tuffi, Tania non fallisce: è oro

La bolzanina si conferma per la terza volta consecutiva campionessa continentale da un metro. Adesso l'assalto a Londra 2012

TORINO. L'ottava meraviglia di Tania Cagnotto. Inizia con un oro, il numero otto della sua straordinaria carriera, l'Europeo della regina del trampolino. La bolzanina si conferma per la terza volta consecutiva campionessa continentale da un metro - dopo Torino 2009 e Budapest 2010 - e lancia un messaggio fin troppo chiaro alla concorrenza anche in previsione della gara di domani, quella dai tre metri, che vale anche la qualificazione a Londra 2012.
La vittoria di oggi infatti assomiglia tanto al colpo del Ko del pugilato. Nessuna avversaria riesce a restarle in scia, Tania guida la gara fin dall'inizio, mantiene le distanze nelle serie centrali poi piazza l'allungo decisivo con un magnifico quarto tuffo. Un salto mortale e mezzo con un avvitamento e mezzo rovesciato che entusiasma il pubblico e viene premiato dai giudici con 66,3 punti. E' il trionfo: 312,05 punti totali, record personale, con 23,3 lunghezze di margine sulla russa Bazhina, argento, e 24,25 sulla svedese Lindberg, bronzo. Peccato soltanto per il quarto posto di Maria Marconi, a meno di cinque punti dalla medaglia. "Sono contenta perché stamattina in eliminatoria non è andata benissimo, ero di nuovo parecchio agitata - spiega Tania - ho iniziato bene dal primo tuffo e ciò mi ha dato dato molta tranquillità. Avevo un po' di preoccupazione, ma per me stessa e non per le avversarie, visto che in eliminatoria non avevo fatto un pre-salto giusto".
In finale, la musica è cambiata ed è diventata una sinfonia. "Aveva una calma olimpica" dice il padre-allenatore, Giorgio Cagnotto. Lei ribatte con un sorriso: "Sì, da fuori mi vede calma...". Poi ragiona: "Vorrei sentirmi più sicura, più dominatrice, ma questo è uno sport delicato. Basta un attimo per sbagliare e quindi è difficile sentirsi sempre sicuri: in alcuni momenti è così, in altri meno". Oggi però la sicurezza è arrivata subito. "Il primo tuffo ha aperto la strada, il primo è sempre quello delicato, poi tutto è diventato un po' più facile" rileva papà Giorgio. Adesso, con un oro al collo, Tania arriva con lo spirito a mille all'appuntamento di domani dai 3 metri. "E' la mia gara, quella cui tengo di più e poi c'é in palio il pass olimpico. Mi porterò dietro la serenità di oggi: ho iniziato bene, spero di continuare cosi". Nella festa azzurra applaude anche il presidente della Federnuoto, Paolo Barelli: "Siamo contenti che sia iniziato un periodo di vittorie al femminile per la nostra federazione. Sono molto fiducioso per il futuro: abbiamo una squadra determinata, cosciente dei propri mezzi per poter raggiungere il sogno del podio olimpico". Sulle tribune della piscina Monumentale, intanto, campeggia uno striscione per la tri-campionessa europea: "Come Tà nessuno mai".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati