Incendio a Brancaccio, indagini sulla criminalità organizzata

L'attack nei lucchetti e nelle serrature delle porte della ditta di autotrasporti Sorci-Costanza, da cui è partito il rogo, lasciano pochi dubbi

PALERMO. Si concentrano sulla criminalità organizzata le indagini della Procura di Palermo sull'origine dell'incendio divampato ieri sera nei capannoni della Forni Spinnato, in via Pecoraino a Brancaccio. L'attack nei lucchetti e nelle serrature delle porte della ditta di autotrasporti Sorci-Costanza, da cui è partito il rogo, e i primi rilievi di carabinieri e viglili del fuoco non lasciano dubbi sulla matrice dolosa dell'incendio.
Le indagini sono coordinate dal procuratore aggiunto Ignazio De Francisci che questa mattina ha incontrato il capo della squadra mobile, Maurizio Calvino, e nel pomeriggio farà un sopralluogo nel luogo dell'incendio, dove sono ancora all'opera i vigili del fuoco.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati