Cibo etnico nel mirino dei Nas, maxisequestro a Roma

ROMA. Quindici tonnellate di alimenti 'etnici' con irregolarità igienico-sanitarie sono state sequestrate dai 38 Nas dei carabinieri in ristoranti e negozi di varie città italiane nelle ultime settimane. A Roma, in due negozi, sono stati trovati e sequestrati circa 7 tonnellate di carne e pesce in cattivo stato di conservazione ed invasi da feci. Altri ingenti sequestri sono avvenuti a Cuneo, Ancona e Catania. L'operazione, denominata 'ethnic food' - ha precisato il Comando carabinieri per la tutela della salute in una nota - ha interessato circa mille negozi, esercizi di ristorazione e gastronomia specializzati nell'alimentazione 'etnica', cibi importati o preparati in modo particolare secondo abitudini di altri Paesi. In circa il 40% dei 1000 esercizi "sono state riscontrate irregolarità igienico-sanitarie". Per 50 strutture la precarietà delle condizioni di conservazione ha fatto scattare la richiesta di sospensione dell'attività, mentre per altre 12 le Autorità Sanitarie hanno disposto l'immediata chiusura.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati