Benzina, non si ferma la corsa al rialzo

Prezzi in salita di 0,5 centesimi per Ip e Tamoil. Nel Mezzogiorno il carburante avanza leggermente portandosi fino a quota 1,613 /l nelle sue punte massime, mentre il diesel sempre a un passo dalla soglia di 1,49 /l

ROMA. Ritocchi al rialzo sulla rete carburanti. A muoversi oggi sono state IP e Tamoil. Entrambe hanno aumentato di 0,5 centesimi i listini di benzina e diesel. Ferme, invece, tutte le altre compagnie. In leggera salita anche i prezzi praticati.    E' quanto emerge dal consueto monitoraggio di quotidianoenergia.it effettuato in un campione di stazioni di servizio. A livello Paese, oggi la media dei prezzi praticati della benzina (in modalità servito) va dall'1,567/l degli impianti IP ed Esso all'1,571 dei punti vendita Eni e Q8 (no-logo a 1,476/l).     Per il diesel si passa dall'1,459/l delle stazioni di servizio Tamoil all'1,464 rilevato negli impianti Q8 (le no-logo a 1,391). Il Gpl, infine, si posiziona tra lo 0,795/l registrato nei punti vendita Eni ed Esso allo 0,799/l degli impianti Q8 e Tamoil (0,771/l le no-logo).    Quanto all'analisi per macroaree (Nord-Ovest, Nord-Est, Centro e Sud), nel Mezzogiorno la benzina avanza leggermente portandosi fino a quota 1,613 /l nelle sue punte massime, mentre il diesel sempre a un passo dalla soglia di 1,49 /l (1,486 per l'esattezza). Al Nord-Ovest si registrano, di contro, i prezzi più bassi, con la verde che segna un minimo di 1,519 euro/litro e il gasolio di 1,414 euro/litro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati