Ddl elettorale, pochi deputati della maggioranza in aula

Al momento del voto molti parlamentari assenti. Leontini: “E’ stato più facile del previsto”. Adamo: “Colpa di un incidente in autostrada”

PALERMO. Al momento del voto sulla sospensiva, i deputati della maggioranza presenti in aula erano pochi. La richiesta, firmata dal capogruppo del Pdl, Innocenzo Leontini, dunque ha ottenuto il via libera dei parlamentari che si sono espressi per alzata e seduta. "E' stato più facile del previsto", ha commentato Leontini. Per il vice capogruppo del Pid, Toto Cordaro, "c'é un fatto oggettivo: l'opposizione è compatta, la maggioranza non c'é neanche fisicamente". "E' chiaro che la legge elettorale non è sentita come una priorità dalla maggioranza - aggiunge Cordaro - Nel partito del governatore Raffaele Lombardo era presente in aula solo il capogruppo, Francesco Musotto". Il capogruppo dell'Udc, Giulia Adamo, giustifica però i colleghi della maggioranza assenti: "In autostrada c'é stato un incidente - dice - per cui sapevamo che i deputati in arrivo dalla Sicilia orientale sarebbero giunti in ritardo". E accusa il presidente di turno dell'Ars, Santi Formica. "Non è stato imparziale, come impone il ruolo".  "A questo punto - prosegue - è inutile convocare il consiglio di presidenza, dato che l'opposizione smentisce quanto sostenuto in conferenza dei capigruppo, fermo restando che l'ostruzionismo fa parte del gioco, ma nel caso specifico è stato usato in modo ridicolo".  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati