Caltanissetta, moglie chiede la separazione: marito tenta di ucciderla

La polizia ha arrestato per tentato omicidio aggravato e porto ingiustificato di coltello Nourredine Ben Abdel Joaquadi, 51 anni, tunisino. La donna ha 23 anni, è sua connazionale, ed è ricoverata all'ospedale: la prognosi è riservata

CALTANISSETTA. Ha tentato di uccidere la moglie, colpendola con diverse coltellate in varie parti del corpo. La polizia ha arrestato per tentato omicidio aggravato e porto ingiustificato di coltello Nourredine Ben Abdel Joaquadi, 51 anni, tunisino domiciliato a Caltanissetta. La donna ha 23 anni, è sua connazionale, ed è ricoverata all'ospedale S.Elia di Caltanisetta, dove è stata operata per lesioni al diaframma e alla milza, che le è stata asportata. La sua prognosi è riservata.  


Nel 2009 la donna ha avviato, in Tunisia, la pratica di separazione dal marito con il quale erano nate incomprensioni. Sarebbe questa, secondo i poliziotti, la causa dell'aggressione di oggi avvenuta in via Lo Monaco, nel centro storico. Gli agenti hanno trovato la donna riversa per terra, colpita da diverse pugnalate, al corpo e alla testa. Ed è stata proprio lei, prima di perdere i sensi, a riferire ai poliziotti di essere stata aggredita dal marito. Quando è stato raggiunto dagli agenti, l'uomo aveva ancora i vestiti e le scarpe sporche di sangue. Accanto alla donna è stato rinvenuto e sequestrato un coltello da cucina, con lama lunga 14 centimetri, sporco di sangue.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati