"Creste sulle auto blu", Cascio si scusa per i toni

Il presidente dell'Ars aveva parlato in un'intervista di eccessiva spesa per la benzina, suscitando la reazione del deputato Giovanni Panepinto del Pd che in aula aveva protestato per i toni giudicati offensivi

PALERMO. Con un messaggio affidato al presidente vicario Santi Formica (Pdl) e letto in apertura di seduta parlamentare, il presidente dell'Assemblea regionale, Francesco Cascio, si è scusato con i deputati per le parole usate durante l'intervista alla trasmissione di Raitre 'Presadiretta', andata in onda domenica sera. E ha ribadito, però, che il suo intento era sottolineare la necessità di contenimento della spesa dell'Assemblea.    Cascio aveva parlato di eccessiva spesa per la benzina delle auto blu e in alcuni casi di "cresta", suscitando la reazioni del deputato Giovanni Panepinto del Pd che stamattina in aula aveva protestato per i toni giudicati offensivi del presidente dell'Ars.    


"I riferimenti esplicitati nel corso della suddetta intervista, in taluni casi - precisa Cascio - erano in realtà stati manifestati fuori onda e tendevano a evidenziare, anche attraverso il ricorso a un linguaggio forte e a paradossi, le misure di risparmio unanimemente decise in Consiglio di presidenza". Cascio aggiunge che non era sua intenzione "offendere la classe politica presente a Palazzo dei Normanni e che qualsiasi interpretazione di questa natura è assolutamente lontana dal suo sentire e quindi infondata". E ha affermato inoltre che i provvedimenti di contenimento della spesa sono stati effettuati "non per rimuovere o colmare situazioni di illegittimità o illegalità, poiché, ove se ne fossero intraviste, e così non è stato, tali eventuali situazioni sarebbero state denunciate alle autorità competenti"

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati