Pensioni a falsi ciechi, indagine nel Siracusano

Inchesta della guardia di finanza. Sotto controllo diverse centinaia di pratiche di invalidità

SIRACUSA. Un'indagine per tentare di scoprire falsi invalidi, soprattutto ciechi, che percepiscono pensioni ed indennità di invalidità è stata avviata dal comando provinciale della Guardia di Finanza di Siracusa. L'inchiesta, coordinata dalla Procura della Repubblica, ha preso l'avvio alla fine dello scorso anno ed ha portato i militari delle Fiamme Gialle ad acquisire sia negli uffici dell'Azienda sanitaria provinciale che dell'Inps una copiosa documentazione relativa a diverse centinaia di pratiche di invalidità.     
E' stato così avviato un monitoraggio che ha portato ad evidenziare una ventina di situazioni "sospette" sulle quali si stanno effettuando gli accertamenti anche con il ricorso ad approfondimenti medico-legali. Al momento non vi sarebbero comunque persone indagate.
In particolare si stanno accertando alcune posizioni relative a persone che nonostante la dichiarata patologia di cecità assoluta certificata dalle competenti commissioni anche in diverse occasioni "riuscirebbero invece a vivere in completa autonomia e senza alcun tipo di ausilio". Ma, spiegano dal comando provinciale della Guardia di Finanza, non sono solamente le dichiarate patologie legate alla cecità ad essere sottoposte in questo momento ad analisi da parte degli investigatori.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati