Le pagelle di Carlo Brandaleone

PALERMO. Ecco le pagelle di Carlo Brandaleone su Lazio - Palermo:


Sirigu 5



Un’altra giornata negativa. Bravo sulla prima conclusione di Sculli fermato poi per fuorigioco, ma sul secondo gol della Lazio sbaglia completamente il tempo dell’uscita. Resta scosso e non prova mai a bloccare la palla, respingendo sempre con i pugni.



Cassan i5,5



Un rientro con molte difficoltà. Si fa scappare per due volte Sculli nei primi minuti. L’ex genoano partendo molto largo si accentra rapidamente e Cassani resta sorpreso. Prova a spingere a destra e riesce a mettere in mezzo un paio di rasoterra che non trovano una sponda amica.



Muñoz 6



Incerto nell’azione del secondo gol della Lazio, perché perde Sculli (che però parte in fuorigioco). Ma nel complesso è il migliore dei difensori rosanero. Fa valere la sua forza fisica, non concede nulla a Floccari e prova di tanto in tanto a spingere.



Andelkovic 5,5



Incerto sul primo gol. Resta anche lui fermo in mezzo sull’incursione di Sculli. Ce la mette tutta, ma non ha ancora la necessaria malizia per contrastare attaccanti di questo valore. Cosmi lo lascia fuori nell’intervallo.



Bovo 5,5



Neppure Bovo gioca una gara impeccabile. Nervoso, percepisce lui che è un po’ più grande che qualcosa non va. Non chiude sulle percussioni di Sculli e nel finale si lascia beffare di testa da Stendardo, che però mette fuori da distanza ravvicinata.



Balzaretti 6



Primo tempo su Zarate, secondo su Gonzalez. È tra i pochi rosa a giocare sui suoi standard. Nel primo tempo riesce a smarcare Hernandez in area con un cross a rientrare. Non fa nulla di straordinario ma tiene il campo senza sfigurare.



Migliaccio 6



Meglio nel secondo tempo. Nel primo va in tilt. Al fianco di Nocerino non vede mai la palla, si limita a tocchi laterali che non portano a nulla. Da difensore centrale conferisce un po’ di solidità e sicurezza al reparto. Lo vedremo spesso in futuro al centro della difesa.



Nocerino 6



Inizia la gara nel ruolo di play-maker. Cosmi ci ripensa e lo piazza davanti alla difesa. Non costruisce nulla di rilevante e deve anche andare a marcare Hernanes. Difficile fare bene. Un po’ meglio nella ripresa, perché con Liverani in campo riesce a sganciarsi un po’ di più.



Ilicic 5,5



Parte a centrocampo, sulla destra, e cerca di incunerarsi nella difesa della Lazio. Ma non c’è chi possa dargli la palla, gli avversari non si aprono mai e Ilicic non trova mai lo scambio con Pastore. Una conclusione nella ripresa. Poi smette di giocare a va fuori.



Pastore 6



Un bel colpo di testa, praticamente è sua l’unica conclusione a rete del Palermo nell’intera gara. Si fa vedere con qualche dribbling, ma predica nel deserto e partendo molto lontano non mette mai paura a Muslera.



Hernandez 5,5
Meglio che contro l’Udinese. Si muove, lotta, recupera qualche pallone. Insomma, una prova di vitalità. In area avversaria è abbandonato e si vede pochissimo, se non per un colpo di tacco in corsa.



Liverani 6
Le sue condizioni atletiche sono assai precarie ma comunque anche sotto ritmo riesce a dare un po’ di ordine e di razionalità alla manovra del Palermo, liberando un paio di volte Pastore e Ililic sulla trequarti.



Paolucci sv



Entra al posto di Hernandez e sembra sperduto. Apprezzabile la buona volontà.



Acquah sv



A centrocampo si fa notare per forza atletica e personalità. Col tempo può diventare una pedina importante.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati