Ghedini: "Berlusconi in tribunale per difendersi"

L'avvocato del premier spiega: "C'é un'attenzione fuori dalla normalità su di lui e dunque ritiene opportuno scendere in campo in prima persona"

MILANO. "Il premier ritiene opportuno scendere in campo in prima persona per difendersi". Così l'avvocato Niccolò Ghedini ha spiegato la volontà del premier di partecipare a tutte le udienze dei suoi processi a Milano. "Da parte nostra c'é la disponibilità di celebrare i processi e rapidamente, per questo abbiamo dato la disponibilità del lunedì per le udienze".


Ai cronisti che gli chiedevano perché il premier avesse maturato la decisione di partecipare alle udienze, Ghedini ha spiegato che "c'é un'attenzione fuori dalla normalità su di lui e dunque ritiene opportuno scendere in campo in prima persona". L'avvocato inoltre ha chiarito che il premier verrà a tutte le udienze, anche a sentire i testimoni.    Ai giornalisti che gli chiedevano ancora se parteciperà ai processi, il legale ha ribadito: "assolutamente sì". E ha spiegato che proprio per questo motivo hanno dato la disponibilità a celebrare i procedimenti di lunedì. Sono stati fissate proprio di lunedì la prossima udienza del processo Mediaset, in calendario per l'11 aprile, e quella del procedimento Mediatrade, rinviata oggi al prossimo 28 marzo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati