Disoccupato spacca una vetrina della banca per farsi arrestare

Protagonista un ventottenne trapanese a Firenze. Il giovane è stato fermato dai carabinieri. Ha detto che è senza soldi e la cella è per lui l’unica salvezza

FIRENZE. Disoccupato e in preda allo sconforto, ha infranto volontariamente con due martellate la porta a vetri di una banca a Firenze, in viale Talenti, per farsi arrestare ed andare in carcere. Protagonista, un giovane originario di Trapani, 28 anni, arrestato ieri sera dai carabinieri per danneggiamento aggravato. A sollecitare l'intervento dei militari è stato lui stesso, che poco dopo aver rotto il vetro della banca ha quasi subito segnalato l'accaduto al personale di un pub vicino. All'arrivo di una pattuglia del 112 avrebbe subito ammesso di essere lui il colpevole. Interrogato sui motivi del gesto, avrebbe spiegato che per lui, senza lavoro e senza soldi, il carcere è l'unico rifugio sicuro in un momento in cui tutto gli sta andando storto. Secondo quanto ricostruito, il giovane si sarebbe allontanato da Trapani, dove vive con la madre, quattro giorni fa. Dopo aver girovagato per tre giorni a Roma, sarebbe poi arrivato a Firenze ieri sera col treno usando gli ultimi soldi che gli erano rimasti.  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati