Casa, il Comune di Gela sgombera abusivi

GELA. Il Comune di Gela (Cl) ha emesso 20 ordinanze di sgombero nei confronti di altrettante famiglie che, da tempo, occupano abusivamente gli alloggi popolari di contrada 'Marchitello', alla periferia ovest della cittadina del nisseno. Il provvedimento ordina la restituzione degli appartamenti entro e non oltre l'8 marzo prossimo, giorno della festa della donna. E, proprio le donne sfrattate (in prevalenza mogli di detenuti), hanno dato vita, stamattina, ad una manifestazione di protesta davanti al municipio, perché non intendono lasciare le case popolari, sottratte ai legittimi assegnatari. "Siamo senza lavoro, senza marito, con figli a carico e non sappiamo dove andare a dormire", hanno gridato, durante il sit-in davanti al municipio di Gela. Il sindaco, Angelo Fasulo, ha ricevuto una delegazione delle abusive con bambini al seguito. "Questa amministrazione - ha detto Fasulo - non ha nessuna intenzione né di forzare i tempi né di chiudere il dialogo, ben sapendo di avere da fare con persone in difficoltà; piuttosto ha l'interesse a trovare condizioni condivise, nel pieno rispetto delle leggi". Un nuovo incontro è stato fissato per la prossima settimana.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati