Pd, scontro duro nel gruppo all’Ars

Confronto di 2 ore e mezza che verrà aggiornato oggi. Mattarella: “Ci sono contrasti ma non si arriverà alla scissione”

PALERMO. Uno confronto "durissimo, a tratti molto aspro, affrontato a viso aperto e in modo diretto". Così il deputato Bernardo Mattarella tratteggia la riunione del gruppo parlamentare del Pd, riunito per circa 2 ore e mezza e aggiornato a oggi. La riunione era stata convocata dal presidente Antonello Cracolici accusato di gestire il gruppo in maniera autoritaria dai deputati della corrente "Innovazioni" che fanno riferimento all'ex ministro Salvatore Cardinale e al deputato Francantonio Genovese.  “Abbiamo discusso di questioni interne alla gestione del gruppo - spiega Mattarella - Sono emerse posizioni diverse, contrastanti. Per consentire a tutti i componenti del gruppo di potersi esprimere il confronto è stato rinviato a domani". Mattarella esclude però l'ipotesi di una scissione del gruppo, paventata dalla corrente "Innovazioni" che sollecita un cambio di rotta nella gestione. "Non si arriverà a questo punto - sostiene Mattarella - ma sicuramente senza una sintesi ci sarebbero posizioni talmente diverse con fratture insanabili". A Cracolici sarebbero stati contestati anche rapporti diretti con il governatore Raffaele Lombardo senza condividere obiettivi e strategie col gruppo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati