“Abuso d’ufficio”: condannato deputato del Pdl Minardo

La sentenza del gup di Messina nei confronti del parlamentare, ex presidente del Consorzio autostrade siciliane e di un ex funzionario. Per entrambi pena sospesa

Sicilia, Cronaca

MESSINA. Condannato ad un anno, con rito abbreviato, Nino Minardo, ex presidente del Cas (Consorzio autostrade siciliane) e parlamentare nazionale del Pdl. Con lui il Gup di Messina, Maria Teresa Arena, ha anche condannato a 8 mesi Felice Siracusa, ex funzionario del Consorzio. Pena sospesa per entrambi.    
Rinviati a giudizio (l'udienza è fissata per il 15 giugno) l'ex presidente del Cas Patrizia Valenti e i componenti del consiglio direttivo Carmelo Torre, Angelo Paffumi e Giuseppe Faraone. Le accuse contestate a vario titolo son abuso d'ufficio e rifiuto di atti d'ufficio. Le indagini vertono sulla nomina a direttore generale del Cas dell'ingegner Vincenzo Pozzi, nel settembre 2007, che secondo l'accusa sarebbe avvenuta nonostante la possibilità di utilizzare personale interno e senza alcuna procedura comparativa. A Minardo, Torre, Paffumi e Faraone è contestato anche il reato di rifiuto di atti d'ufficio per non aver dato seguito alla decisione del Tar che obbligava a procedere all' approvazione della graduatoria del concorso interno per titoli per copertura del posto di dirigente generale. La Valenti, secondo l'accusa, non avrebbe dato corso a un provvedimento del Tar di Catania di assumere l'avvocato Olivia Pintabona quale direttore generale del Consorzio.  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati