Scavi illegali, una denuncia a Piazza Armerina

PIAZZA ARMERINA. L'attrezzatura per scavi archeologici e due unguentari del IV a.c. che contenevano i balsami e profumi destinati ai corpi dei defunti prima e durante il rito della sepoltura sono stati scoperti dalla polizia a Piazza Armerina (En).
T.F. pregiudicato, è stato denunciato per possesso illecito di beni culturali appartenenti allo Stato e ricettazione. Durante la perquisizione estesa alla proprietà rurale, non molto distante dal sito archeologico della Villa Romana del Casale, sono stati trovati frammenti di reperti archeologici e 14 monete antiche. Ritrovati anche attrezzi, utilizzati solitamente dai tombaroli, quali metal detector, e strumenti per lo scavo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati