Mafia, condannati tre presunti fiancheggiatori di Falsone

Pene fra i 3 e i 4 anni a Salvatore Paci, Calogero Buggea e Gioacchino Francesco Cottitto per fittizia intestazione di beni. Quattro assoluzioni

PALERMO. Il gup Daniela Troja ha condannato per fittizia intestazione di beni tre presunti fiancheggiatori del boss agrigentino Giuseppe Falsone arrestati durante l'operazione Apocalisse. Si tratta di Salvatore Paci, Calogero Buggea e Gioacchino Francesco Cottitto a cui sono state inflitte pene tra i 3 e i 4 anni. Assolti altri quattro imputati: Giovanni Marino, Calogero Paci, Pino Gambino e Ferdinando Bonanno. Bonanno e Gambino, assistiti dagli avvocati Lillo Fiorello, Giovanni Rizzuti e Giovanni Di Benedetto, erano accusati anche di associazione mafiosa.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati