Lombardo: abuso ufficio? Sì, a favore della Sicilia

Il governatore: "Ai magistrati chiederemo di essere sentiti per dire le nostre ragioni, ma siamo sicuri che questa vicenda si concluderà con il riconoscimento che abbiamo perseguito l'interesse pubblico e della Regione"

PALERMO. "Io indagato per abuso d'ufficio? E' bene che certe cose si sappiano solo ed esclusivamente dalla stampa, comunque si tratterebbe di un abuso a servizio e a favore della Sicilia". Così il governatore della Sicilia, Raffaele Lombardo, ha risposto ai giornalisti sull'inchiesta della Procura di Palermo che lo vede indagato, assieme all'assessore alla Salute Massimo Russo, per abuso d'ufficio per la nomina di due dirigenti esterni alla Regione.
Ai giornalisti Lombardo ha spiegato di non avere ricevuto alcun avviso di garanzia. "E' giusto che ci sia una indagine sulla scelta di alcuni dirigenti esterni - ha aggiunto il presidente della Regione - uno è Romeo Palma, magistrato della Corte dei Conti, l'altro è Maurizio Guizzardi, un alto dirigente della sanità pubblica, tra i protagonisti della svolta che ha segnato traguardi inimmaginabili".
"Ai magistrati - ha proseguito - chiederemo di essere sentiti per dire le nostre ragioni, ma siamo sicuri che questa vicenda si concluderà con il riconoscimento che abbiamo perseguito l'interesse pubblico e della Regione".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati