Sedici allenatori nell'era Zamparini, Guidolin l'unico a "resistere"

Solo il "carnefice" di Delio Rossi è durato una stagione intera sotto le "grinfie" del presidente rosanero

PALERMO. Francesco Guidolin, suo malgrado, è stato ieri il carnefice di Delio Rossi. Qualche maligno, però, magari avrà anche pensato che l’ex tecnico rosanero lo abbia fatto a posta per fare rimanere ancora in piedi il suo record personale. Guidolin, infatti, rimane ancora l’unico allenatore ad avere iniziato e terminato un intero campionato dalla prima all’ultima giornata con il Palermo da quando Maurizio Zamparini è presidente del club di viale Del Fante. È la stagione 2004/2005, quella del ritorno in Serie A. Guidolin è anche l’allenatore della promozione e l’anno successivo guida i suoi a una clamorosa qualificazione in Uefa al primo tentativo da neo promossa. Eppure, in tanti hanno scommesso negli ultimi mesi che anche coach Rossi sarebbe riuscito a completare un intero torneo sotto la presidenza Zamparini. Dalla sua c’era la squadra, l’affetto dei tifosi, un ambiente completamente schierato dalla sua parte. Ma soprattutto c’erano anche i numeri, i risultati e altri tipi di record, che neanche Guidolin era riuscito a raggiungere. E nel mese di gennaio anche la qualificazione alla semifinale di Coppa Italia, che assomigliava tanto a una garanzia per terminare almeno questa stagione e poi magari dire «arrivederci, me ne vado io prima di essere cacciato».


Ma anche per il caso di Rossi, Zamparini ha giocato d’anticipo. E il tecnico di Rimini è solo l’ultima “vittima” dell’era Zamparini a Palermo. Il presidente friulano si era subito presentato ai suoi nuovi tifosi il primo anno. Nella stagione 2002/2003 sono tre gli allenatori a sedere sulla panchina rosanero. Via Ezio Glerean subito, poi il disastro Daniele Arrigoni e la fine malinconica con Nedo Sonetti. L’anno dopo è quello della promozione. L’idea era quella di raggiungerla con Silvio Baldini, ma con l’ex tecnico dell’Empoli il rapporto si incrina quasi subito, fino ad arrivare agli insulti pubblici dell’allenatore toscano al presidente. Arriva Guidolin e la storia è stata già narrata in precedenza. La stagione 2005/2006, dopo l’addio dell’allenatore veneto, è il turno della staffetta Del Neri – Papadopulo. Le due stagioni successive sono contraddistinte, invece, da andate e ritorni. In quella 2006/2007 Zampa richiama Guidolin. Sembra un anno di grazia, ma a dicembre il ginocchio di Amauri fa crac e il Palermo precipita nella seconda metà di torneo. Zamparini non sta a guardare e chiama la coppia della Primavera Gobbo – Pergolizzi, per poi richiamare Guidolin a fine stagione. A fare e disfare le valigie nella stagione 2007/2008 è Stefano Colantuono, che dopo il patatrac di Torino con la Juve con la sconfitta per 5-0 viene esonerato. E indovinate chi richiama Zampa? Ancora Guidolin. Ma va male e allora si finisce ancora con Colantuono, che inizia anche la stagione 2008/2009. Ma dura solo una giornata e dopo la sconfitta con l’Udinese, viene chiamato Davide Ballardini. Fino ad oggi è lui l’unico tecnico che più si è avvicinato al record di Guidolin. Ballardini, infatti, guida i rosa dalla seconda all’ultima giornata, ma poi va via per divergenze con Zamparini. Al suo posto arriva Walter Zenga nella stagione 2009/2010. La sua esperienza finisce dopo tredici giornate e il 13 novembre 2009 arriva Delio Rossi. Il resto è storia di oggi. E Palermo cerca ancora qualcuno che eguagli il record di Francesco Guidolin.  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati