I motociclisti sui marciapiedi di Palermo

Circa due volte a settimana, per lavoro, mi trovo a percorrere a piedi e in orario mattutino (intorno alle 08:30) via Principe di Paternò a Palermo. Per la precisione percorro il tratto di tale strada compreso tra gli incroci con viale Piemonte e con via Sciuti. Ogni santa mattina una miriade di motociclisti pensano bene di evitare le code di auto viaggiando tranquillamente, come se niente fosse, sui marciapiedi; spesso velocissimi, evitando anziani che fino ad un secondo prima non si erano accorti di loro, aumentando sempre di più lo sdegno dei pochissimi cittadini civili di questa marcia città. Sono stufo di inveire contro di essi (prima o poi incontrerò il guappo che si fermerà, mi minaccerà, avendo torto vanterà lo stesso ragione, magari userà pure la violenza per farmi tacere). O bisogna forse aspettare la nonna che muore investita da questi esseri immondi per fare qualcosa? Perchè la polizia municipale non mette una bella pattuglia e ferma, multa o sequestra i mezzi di questi delinquenti? Credo che se si prendessero delle belle multe per circa un mese, molti delinquentucci non lo farebbero più o ci penserebbero 1000 volte prima di salire nuovamente sui marciapiedi con i loro mezzi.
Gianluca Albeggiani, Palermo

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati