Sangue sulle strade siciliane: tre morti

Due vittime e un ferito vicino Caltanissetta. Tragico schianto nel Ragusano, lungo la statale 115, dove è deceduto Fabio Digiacomo, torinese di 33 anni

CALTANISSETTA. E' di due morti ed un ferito, il bilancio di uno scontro frontale avvenuto in serata sulla Statale 626 'Caltanissetta-Gela', a 5 km dal capoluogo nisseno. Un'Alfa 156, guidata da Gaetano Rindone, 34 anni, di Riesi (Cl), operaio del petrolchimico di Gela (Cl), probabilmente a causa del fondo stradale viscido, si è scontrata con una Bmw 520 guidata da Vincenzo Giannone, 45 anni, anch'egli di Riesi, ex presidente del Consiglio comunale ed attualmente consigliere di centrodestra.     I due conducenti sono morti entrambi sul colpo. A bordo dell'Alfa c'era anche la moglie di Rindone, Tina Valenza, casalinga, che è rimasta gravemente ferita e si trova ricoverata in prognosi riservata nell'ospedale 'Sant'Elià di Caltanissetta.    Rindone lascia due figli di 8 mesi e 4 anni. I rilievi della Polstrada sono ancora in corso.





TRAGEDIA A VITTORIA - Incidente mortale, questo pomeriggio, lungo la strada statale 115, tra Vittoria e Gela. Due auto, una Porsche ed una Renault, si sono scontrate. La peggio è toccata al conducente della fuori serie, un torinese di 33 anni, Fabio Digiacomo, che è morto sul colpo. La giovane conducente dell'altra vettura, invece, ha riportato solo ferite lievi ed è stata medicata all'ospedale di Vittoria.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati