Sicilia, Economia

Stabilizzazione per 160 dipendenti di un call center etneo

Accordo con i sindacati: posto fisso entro il 30 aprile per i lavoratori della società Almaviva che operavano per conto di diverse agenzie interinali

CATANIA. Centosessanta lavoratori della società Almaviva che a Catania operavano per conto di diverse agenzie interinali saranno stabilizzati entro il 30 aprile prossimo con un contratto di lavoro a tempo indeterminato. Lo hanno reso noto Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil e Ugl Telecomunicazioni, che mercoledì scorso hanno firmato un documento in tal senso a Misterbianco nella sede della società in base agli accordi nazionali del 28 e 30 luglio scorso e con quanto sancito nell'accordo del 24 agosto 2010. Le nuove assunzioni si aggiungono alle 160 avvenute da settembre ad oggi. Le parti si incontreranno, inoltre, entro la prima decade di maggio per definire le modalità di completamento delle assunzioni.   "Pur in assenza di qualsiasi sostegno istituzionale - ha detto Giovanni Pistorio della Slc Cgil - il processo di stabilizzazione dei lavoratori in Almaviva è andato avanti con successo. Per tanti giovani sta per finire l'incubo del precariato occupazionale e sociale". "Gli unici assenti al tavolo, i protagonisti di una politica che parla solo a se stessa - ha aggiunto - si facciano sentire: di loro ci sarebbe davvero bisogno perché in assenza di chiarezza rispetto ad alcuni strumenti individuati dalla Regione Sicilia come il 'welfare to work' e soprattutto il credito di imposta, qualsiasi ipotesi di sviluppo e di incremento dell'occupazione rischia di venire meno". "Rispetto a tutta una serie di quesiti da noi posti - ha concluso Pistorio - le istituzioni regionali si sono rese latitanti non avendo mai voluto intendere le ragioni poste ne mai si sono rese disponibili per eventuali incontri”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati