Giovane ucciso dopo lite in pub a Foggia, fermati due coetanei

FOGGIA. Gli agenti della questura di Foggia hanno sottoposto a fermo due persone ritenute responsabili dell'omicidio di Francesco Cannone, il ventitreenne pregiudicato ucciso ieri mattina, con un colpo di pistola, a Foggia dopo un litigio avvenuto con due persone all'interno di un pub e poi proseguito fuori da locale. A quanto si è saputo, i due fermati sono un ragazzo di 24 anni di Foggia e un suo amico di San Savero, di 23 anni.
Gli investigatori sono riusciti a recuperare anche l'arma che presumibilmente è stata utilizzata per compiere l'omicidio, una calibro 6,35. Il pm che coordina le indagini è Enrico Infante.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati