Etna, bambino cade in un cratere: qualche contusione

CATANIA. Un bambino di 11 anni, originario di Barcellona Pozzo di Gotto, è finito con lo slittino dentro uno dei crateri Silvestri sull'Etna, riportando solo qualche contusione.
Le squadre del corpo nazionale soccorso alpino e speleologico siciliano si sono prima calate nel cratere per portare il bimbo al sicuro, quindi stabilizzarlo e caricarlo sull'elicottero.
Gli uomini del soccorso Cnas della stazione di Nicolosi, insieme ai colleghi del Soccorso alpino della Guardia di finanza, sono intervenuti oggi circa venti volte fino alle 16.
Dall'inizio dell'anno, solamente sull'Etna, sono stati effettuati circa cinquanta interventi. "Questo impegno è attualmente svolto senza alcun sostegno economico o logistico da parte della Regione - sottolinea il presidente del servizio regionale, Giorgio Bisagna - occorre un deciso intervento della Regione affinché si faccia promotrice di concrete azioni a sostegno del Cnas, per far si che, in una logica di positiva integrazione di tutte le risorse umane ed istituzionali presenti sul territorio, il soccorso in ambiente impervio sia realmente efficace e tempestivo per gli utenti della montagna".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati