Visite a pagamento senza permesso, sospeso medico

Nel mirino dei Nas un urologo in servizio all’ospedale di Partinico. Il professionista non potrà esercitare per due mesi

PALERMO. Interdetto dalla professione per due mesi. E' stata questa la misura cautelare interdittiva emessa dal tribunale di Palermo nei confronti di un urologo in servizio nel presidio ospedaliero di Partinico dell'azienda sanitaria provinciale di Palermo. Ad eseguire il provvedimento giudiziario sono stati i militari del Nas dei carabinieri. Il professionista, non autorizzato dall'Asp ad effettuare attività di intramoenia allargata, poiché titolare di rapporto di esclusività con l'azienda, avrebbe effettuato illecitamente visite mediche ai pazienti, percependone direttamente il compenso. Il medico è inoltre accusato di avere attestato falsamente all'Asp di non esercitare alcuna attività libero-professionale incassando, così, anche l'indennità di tempo pieno e di rapporto esclusivo prevista per i dipendenti che prestano la propria attività solo ed esclusivamente nelle strutture pubbliche ed a totale carico del servizio sanitario nazionale. Le indagini, condotte dal Nas, sono state coordinate dal sostituto procuratore Maurizio Agnello.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati