Europa League, il Napoli spinge ma non passa

I partenopei sbattono sul muro del Villareal, tra sette giorni il ritorno in Spagna. Oggi intanto si decide sulla squalifica di Lavezzi. Mazzarri: "Il pocho non sarà punito"

NAPOLI. La forza d'urto del Napoli questa volta si scontra contro la perfetta organizzazione tattica del Villareal, squadra tra le più blasonate della Liga, e non va oltre le 0 a 0, che in vista del match di ritorno lascia tutto aperto, anche se nel catino del Maderigal non sarà facile.
I partenopei hanno avuto le loro occasioni, una con Lavezzi e una con Cavani, ma in entrambe le circostanze il portiere ospite Diego Lopez, è stato impeccabile. Nei minuti di recupero è arrivata l'espulsione di Aronica, che lo toglie dai giochi in vista della gara di ritorno tra sette giorni.
A fine gara Walter Mazzarri elogia gli avversari. "Il Villareal è una grande squadra, e lo ha dimostrato, sono comunque speranzoso per la qualificazione, ce la giocheremo fino in fondo, certo se avessimo segnato un  gol sarebbe stato diverso, ma è anche importante avere lasciato la nostra porta inviolata. Abbiamo dimostrato di essere competitivi anche in Europa".
Oggi il tecnico toscano e tutti i tifosi del Napoli incroceranno le dita dal momento che si conoscerà l'esito del ricorso contro le tre giornate di squalifica ad Ezequiel Lavezzi, dopo lo sputo reciproco con il romanista Rosi nel match di sabato scorso all'Olimpico. C'è tuttavia grande fiducia che la squalifica venga tolta e che il campione argentino possa essere disponibile per il posticipo di domenica sera al San Paolo contro il Catania. Ne è convinto lo stesso Mazzarri. "Il pocho non sarà punito, il nostro legale ci ha dato ampie garanzie il tal senso, aspettiamo speranzosi la decisone".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati