Processo Rostagno, in aula investigatori dell'epoca

TRAPANI. Seconda udienza oggi, dinanzi ai giudici della corte d'assise di Trapani, del processo a carico dei presunti autori dell'omicidio di Mauro Rostagno, giornalista e sociologo, assassinato a Valderice (Trapani) il 26 settembre 1988. Due gli imputati: il boss di Trapani Vincenzo Virga, accusato di essere il mandante, e il sicario Vito Mazzara, già condannato all'ergastolo per l'uccisione dell'agente di polizia penitenziaria Giuseppe Montalto, indicato dagli inquirenti come l'esecutore materiale del delitto.
Il dibattimento entra nel vivo con la deposizione di alcuni investigatori dell'epoca; tra questi, l'ex capo della squadra mobile di Trapani, Rino Germanà, il primo a indicare la pista mafiosa, e l'ex comandante del reparto operativo dei carabinieri, Elio Dell'Anna, che, invece, seguì la pista interna a "Saman", la comunità terapeutica per tossicodipendenti, fondata a Lenzi da Mauro Rostagno assieme alla compagna Chicca Roveri e a Francesco Cardella.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati