Tavoletta dell’Età del Bronzo scoperta nel Messinese

Rinvenuta a Sant'Angelo di Brolo, in un terreno dove esisteva una colonia greca chiamata Lisycon. Si tratta di un idolo a forma di pagnotta, chiamato dagli archeologi tedeschi Brotlaibidole, tutto in terracotta

Sicilia, Cultura

SANT'ANGELO DI BROLO. Scoperta archeologica di grande importanza a Sant'Angelo di Brolo, in un terreno dove esisteva una colonia greca chiamata Lisycon. Si tratta di un idolo a forma di pagnotta, chiamato dagli archeologi tedeschi 'Brotlaibidole', tutto in terracotta, dalla lunghezza di circa otto centimetri di forma ovale con dei segni incisi, diffuso, fino ad oggi solo nell'Italia centro-nord, Germania, Austria e nell'Europa centro-est.
Il periodo della sua diffusione è calcolato dagli esperti dal 2100 a.C. al 1400 a.C. (età del Bronzo antica e media). Molto più antico, quindi, del luogo in cui esisteva l'ellenica comunità di Lisycon, datata intorno al secondo secolo a.C.. Questo misterioso manufatto ribalta le convinzioni degli esperti secondo cui, fino ad oggi, tali oggetti, in territorio italiano, si trovavano soltanto a sud del lago di Garda, al centro di un triangolo formato da Brescia, Mantova e Verona ma anche in altre nazioni quali l'Ungheria, Slovacchia, Germania, Croazia e Austria.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati