Intimidazione a sindaco nel Messinese, fermati due giovani

Due giovani accusati di incendio doloso e danneggiamento. Nel mirino la stanza del primo cittadino di Montagnareale Anna Sidoti

MONTAGNAREALE. I carabinieri hanno sottoposto a fermo di polizia giudiziaria due giovani, Roberto Crifò, di 18 anni, e Cristian Camilo De Luca, di 21, indiziati di incendio doloso e danneggiamento. Secondo i militari dell'Arma sono gli autori dell'atto intimidatorio compiuto ieri notte ai danni del Comune di Montagnareale. I vandali dopo essersi introdotti all'interno del palazzo municipale hanno dato alle fiamme la stanza del primo cittadino, Anna Sidoti. Il fuoco ha poi raggiunto anche altri locali, provocando danni per oltre 100 mila euro. Gli inquirenti hanno anche trovato una foto del sindaco, che si trovava inizialmente affissa dietro la sua scrivania, bruciata in un'altra stanza. Un chiaro messaggio che l'atto intimidatorio era rivolto alla sua persona.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati