Ambulante si dà fuoco a Palermo, è ancora gravissimo

Restano critiche le condizioni di Noureddine Adnane. Il marocchino ha ustioni sull'80 per cento del corpo

PALERMO. Restano gravissime le condizioni di Noureddine Adnane, il giovane ambulante marocchino che venerdì si è dato fuoco davanti ad alcuni vigili urbani che gli stavano sequestrando la merce che vendeva in via Ernesto Basile. Ieri mattina il giovane di 28 anni che ha ustioni sull'80 per cento del corpo ha avuto uno shock, da cui si è ripreso. Le condizioni secondo i medici del reparto grandi ustionati del Civico restano gravissime, visto che gli organi respiratori sono molto compromessi. Il comandante dei vigili urbani Serafino Di Peri sta raccogliendo tutta la documentazione sulla vicenda per ricostruire quello che è successo nei giorni che hanno preceduto la tragedia. I familiari e gli amici parlano di persecuzione e di una serie di verbali in appena una settimana nonostante il giovane avesse la licenza e i documenti per svolgere l'attività. All'ennesimo sequestro non ha retto.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati