FantAntonio è tornato, il Milan vola

I rossoneri battono il Parma 4 a 0. Decisivo il barese, che realizza un gol e sforna assist per Robinho

MILANO. Fantantonio Cassano è tornato e adesso gioca con la maglia del Milan. Altro che crisi, i rossoneri spazzano via il Parma con un comodo 4-0 e si tengono ben stretti il loro primo posto che gli emiliani non mettono mai in discussione. Seedorf, Cassano e due volte Robinho segnano e fanno divertire i tifosi con un gioco tutto palla a terra che esalta il grande talento a disposizione di Allegri. Che adesso si può mettere comodo davanti al televisore a vedere le dirette inseguitrici affrontarsi tra di loro.   


Assist e gol sono la specialità di Cassano che gioca tutta la partita dimostrandosi non solo il partner ideale di Ibrahimovic, ma meritandosi in pieno anche la definizione di "giocatore italiano di maggior talento" spesa per lui da Silvio Berlusconi e Adriano Galliani. Con attorno gente come Ibrahimovic, Seedorf e Robinho, il talendo di Bari Vecchia può solo divertirsi e se poi anche Gattuso si mette a servirgli un perfetto assist di sinistro, allora non può che essere felice di essere approdato in rossonero.    E' davvero scarsa l'opposizione del Parma che si trova sempre più in una zona complicata della classifica. Non servono Crespo e Amauri, non fa nulla Giovinco alle loro spalle e il centrocampo non aiuta una difesa in perenne difficoltà. Certo, contro Cassano e compagni in questo stato di grazia si potevano forse al massimo limitare i danni ma davvero non si vede mai un cenno di reazione allo strapotere rossonero. Il 4-3-2-1 scelto da Marino non funziona e non copre tutto il campo e così la partita è già bella che in cassaforte per il Milan dopo poco più di un quarto d'ora.   


Allegri sorprende tutti inserendo Merkel e il rientrante Seedorf a centrocampo, ma se il giovane tedesco fa poco per ripagare la fiducia del suo allenatore, l'olandese gioca un'ora di grande calcio prima di lasciare il posto a Robinho. E' lui a far girare subito la partita in favore del Milan: dopo 25 secondi dal fischio d'inizio spaventa Mirante con un destro da fuori ma all'8' il portiere degli emiliani non può nulla ancora sull'olandese che sfrutta un grande assist di Ibrahimovic per segnare il suo primo gol stagionale.    La gara finisce definitivamente una manciata di minuti dopo perché gli attaccanti rossoneri giocano a velocità doppia rispetto ai difensori di Marino che sono piantati come statue e vanno in difficoltà in tutte le azioni d'attacco del Milan. Tanto atteso dal popolo del Meazza, al 17' arriva il primo gol rossonero di Cassano che chiude un gran triangolo con Gattuso con il suo consueto preciso colpo di interno destro sul secondo palo.   


Tutto troppo facile per una squadra che ha troppo talento e non solo in attacco: la ritrovata coppia Nesta-Thiago Silva cancella l'attacco pesante scelto da Marino con Crespo e Amauri che di fatto non vedono un pallone che sia uno. Eppure il Parma di piedi buoni ne ha ma Giovinco scompare presto e solo Candreva dà ogni tanto qualche cenno di vita. E' suo il primo tiro pericoloso dalle parti di Abbiati con una punizione al 45' che non finisce lontano dal palo. Inquadra la porta Dzemaili al 15' della ripresa ma Abbiati ci arriva e non appena il Milan accelera un po', ecco arrivare il terzo gol: Cassano entra in area e serve Ibrahimovic che però non ci arriva ma dietro di lui c'é Robinho che batte ancora Mirante.    E' più che cercato invece l'assist che Cassano dà a Robinho al 20' per il 4-0. Niente male lo score del brasiliano che tramuta in gol le prime due palle toccate dopo il suo ingresso al 13' al posto di Seedorf. E con un attacco del genere il primo posto è bello saldo e adesso Allegri può pensare con ben altra tranquillità alla Champions.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati