Colpisce l'arbitro, maxi squalifica per il consigliere-allenatore a Trapani

Stop di quattro anni per Salvatore Grammatico, tecnico dell'Avvenire squadra di seconda categoria. Avrebbe dato un calcio al direttore di gara, ma lui nega: "L'ho semplicemente urtato, ma senza alcuna cattiveria e lo dimostrerò"

Sicilia, Cronaca

TRAPANI. La gara di seconda categoria, il derby tra Juvenilia e Avvenire, ha fatto parlare e non per lo spettacolo calcistico, ma per ciò che si è scatenato sul terreno di gioco dopo una decisione arbitrale.
Una rete realizzata dai padroni di casa, a detta degli ospiti irregolare,  e montano subito le polemiche da parte dei giocatori dell'Avvenire e del loro tecnico Salvatore Grammatico, che è anche consigliere comunale. Secondo quanto messo in referto dal direttore di gara, Gaetano Manganodi Ribera, Grammatico si sarebebe diretto contro di lui con fare minaccioso, colpendolo con un calcio alla gamba sinistra. Ma "u capitano", questo il soprannome dell'allenatore della piccola squadra che milita in seconda categoria, non ci sta a passare per violento."Dopo il pareggio dei nostri avversari - racconta Grammatico - sono entrato in capo per calmare i miei ragazzi, e mi sono frapposto tra l'arbitro e i giocatori per evitare che si arrivasse ad un contatto fisico, e in quell'istante l'ho urtato con la gamba".
Il giudice sportico, basandosi però sul referto arbitrale, l'ha squalificato fino al 30 gennaio 2014.
La vicenda non finirà qui, infatti "u capitano" darà mandato ai suoi legali di difendere la sua reputazione, infangata dl direttore di gara. Intanto Grammatico ha deciso di porre fine al suo impegno nello sport un mondo dal quale vuol uscire senza macchie.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati