Droga e mafia, blitz nell’Agrigentino

L'operazione, tra Porto Empedocle e Favara, è coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia; gli arrestati sarebbero infatti vicini alle cosche

AGRIGENTO. Dieci ordinanze di custodia cautelare con l'accusa di associazione per delinquere finalizzata allo spaccio di stupefacenti sono state eseguite dalla squadra mobile di Agrigento. L'operazione, tra Porto Empedocle e Favara, è coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia; gli arrestati sarebbero infatti vicini alle cosche dell'Agrigentino.
Fra gli arrestati c'è GIUSEPPE GRASSONELLI, figlio di Gigi che è stato ucciso nella prima strage di Porto Empedocle. In manette anche SALVATORE PRESTIA, il cognato di Fabrizio Messina che è il fratello minore di Gerlandino, il capomafia arrestato il 23 ottobre a Favara.
Fra i destinatari delle dodici ordinanze di custodia cautelare in carcere pure ROBERTO ROMEO, fratello di Maurizio che è stato arrestato lo scorso novembre perché considerato l'esattore del pizzo per conto di Messina.
L'inchiesta è stata coordinata dalla Dda di Palermo, diretta dal procuratore capo Francesco Messineo e dall'aggiunto Vittorio Teresi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati