Bilancio, muro contro muro all’Ars E per Russo pronta la “censura”

Vertice tra i deputati di Pdl, Pid e Forza del Sud. La prossima settimana i gruppi presenteranno anche un documento nei confronti dell'assessore alla Salute: "È responsabile della mancata applicazione della legge di riforma della sanità"

PALERMO. L'opposizione conferma la linea dura all'Assemblea regionale, ribadendo la richiesta di procedere con l'esame di bilancio e finanziaria interrompendo l'esercizio provvisorio, in scadenza a fine marzo. La posizione è emersa durante un vertice all'Ars tra i deputati dei gruppi parlamentari di Pdl, Pid e Forza del Sud. Rimane aperto il confronto sulla mozione di sfiducia.
Per il coordinatore siciliano del Pdl, Giuseppe Castiglione, "la situazione finanziaria della Sicilia è grave, c'é un deficit di 2 miliardi di euro".
"Riteniamo - è stato detto nel corso della riunione - che il bilancio della Sicilia debba essere approvato immediatamente , evitando il ricorso ad ulteriori finestre o comunque altri espedienti. Ciò ridarebbe certezza finanziaria alle numerose categorie produttive che oggi sono in grande difficoltà  per la mancata approvazione dello strumento finanziario. Questo, unitamente alla utilizzazione delle risorse comunitarie, che invece vanta un record negativo, rilancerebbe l'economia siciliana".
Intanto la prossima settimana le opposizioni all'Ars presenteranno, un documento di censura nei confronti dell'assessore alla Salute Massimo Russo. "È responsabile della mancata applicazione della legge di riforma della sanità, lui che si era dichiarato responsabile 'politico' delle nomine dei direttori generali della sanita", affermano i capigruppo del Pdl, Fds e Pid che si sono incontrati ieri alla presenza di Castiglione.
Si è anche parlato "dell'emergenza nei pronto soccorso, della mancata attivazione della rete territoriale, della drastica riduzione dei sposti letto. "Presenteremo tutto questo all' Ars - hanno affermato i rappresentanti dei gruppi - in un documento molto articolato e chiederemo al Presidente dell'Ars  che possa essere discusso prioritariamente, subito dopo l'approvazione dei documenti finanziari, onde evitare il perpetuarsi di questo grave disagio dei servizi sanitari nella nostra Sicilia".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati