Appalti, geologi: anche noi contrari al massimo ribasso

Concorda con l'indicazione già data dalla Regione il presidente dell'Ordine regionale dei geologi di Sicilia Emanuele Doria: “Occorre puntare decisamente verso il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa”

SIRACUSA. Non più massimo ribasso ma offerta economicamente più vantaggiosa perché i professionisti si aggiudichino gli appalti pubblici. Concorda con l'indicazione già data dalla Regione il presidente dell'Ordine regionale dei geologi di Sicilia Emanuele Doria che nei giorni scorsi ha incontrato a Palazzo d'Orleans il governatore Raffaele Lombardo e l'assessore alle Infrastrutture Piercarmelo Russo.
"Il ricorso al massimo ribasso per gli incarichi di progettazione - ha detto - incide pesantemente sulla qualità della progettazione, in quanto il mercato dei professionisti vede partecipazioni alle gare con punte di oltre il 70% e ribassi medi superiori al 50% dell'importo dell'onorario".
"Questo meccanismo perverso vede particolarmente penalizzati i geologi, per i quali l'offerta spesso comprende anche l'importo delle indagini geologiche. Ciò - ha proseguito Doria - si traduce nella impossibilità di ottenere un dettagliato quadro conoscitivo del sottosuolo, con conseguenti ricadute sulla sicurezza delle opere e delle popolazioni".
"Occorre puntare decisamente verso il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa - ha concluso il presidente dei geologi siciliani - e sui meccanismi di controllo a posteriori delle offerte considerate anomale".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati