Sgominata cellula dei Casalesi a Riccione, c'è anche un catanese

RICCIONE. I carabinieri di Riccione hanno smantellato una cellula dei Casalesi infiltratasi in Romagna per spacciare droga. In manette sono finite quattro persone: R.S., 39 anni di Bari, nullafacente residente a Riccione; l'impiegato F.S., 30 anni, di Catania, anch'egli residente a Riccione; l'imprenditore F.A., 47 anni di Urbino e residente a Fano; F.S., 35 anni di Fano, convivente di F.A. I primi tre sono accusati di detenzione illegale di stupefacenti finalizzata allo spaccio, nonché, per quanto riguarda F.S. ed F.A. - personaggi ritenuti legati al clan dei casalesi - di concorso in porto abusivo di arma e ricettazione. F.S. è stata arrestata perché ha cercato di investire i militari con la propria auto ed è quindi accusata di resistenza a pubblico ufficiale. I militari avevano messo sotto osservazione un'abitazione di via Alfieri, da dove sono stati notati uscire tre uomini, che sono stati bloccati. La perquisizione personale ha permesso di sequestrare 218 grammi di cocaina, 90,6 di eroina e sostanza da taglio. Quindi la perquisizione è stata estesa all'abitazione dove sono stati trovati altri 11,8 grammi di cocaina, 13,5 di eroina e una bilancia elettronica di precisione. Sulla vettura utilizzata da F.S. e F.A. è stata trovata una pistola Beretta cal. 22, completa di caricatore con tre colpi, che è risultata rubata.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati