Pioggia e allagamenti in Sicilia Un disperso nelle campagne del Nisseno

Torna l’allarme frane nel Messinese, dove è stato diramata l’allerta meteo per oggi e domani. Sulla circonvallazione di Palermo vetture coperte dall’acqua

PALERMO. Torna il maltempo in Sicilia e torna l'allarme frane nel Messinese. Il terreno ha ceduto nella zona tra Letojanni e Taormina anche se la situazione al momento non desta preoccupazione. Per oggi e domani è stata diramata l'allerta meteo a Messina dalla Protezione Civile peloritana. Il sindaco Giuseppe Buzzanca ha attivato il Coc, il Centro operativo comunale, e ha emesso un avviso di preallarme per tutto il territorio comunale, per le avverse condizioni atmosferiche che interesseranno soprattutto la zona ionica.

Si cerca un disperso nelle campagne di Gela allagate dalla pioggia, che cade incessante da due giorni. Si tratta di un contadino, Nunzio Incardona, di 40 anni. La sua automobile, una vecchia Peugeot 206, è stata ritrovata ferma, semisommersa dall'acqua, con lo sportello di guida aperto, vicino al muretto di un canale di scolo che attraversa la provinciale 51 per Scoglitti, in contrada Spina Santa, a sei km a est di Gela. Si teme che l'uomo, sceso dall'autovettura, sia stato trascinato a valle dall'enorme massa d'acqua che ha invaso la carreggiata. L'allarme è stato dato dai familiari di Incardona, preoccupati del mancato rientro del congiunto. Lo stesso contadino aveva telefonato a casa comunicando che aveva la macchina in panne per la pioggia e pregando il cognato di andarlo a prendere al bar "Spinasanta", dove si sarebbe recato a piedi. Ma Incardona non è riuscito ad arrivare al luogo dell'appuntamento. Nelle ricerche sono impegnati circa quaranta uomini tra carabinieri, vigili del fuoco, agenti di polizia, vigili urbani e volontari di protezione civile dell' associazione Procivis. Una motovedetta della guardia costiera sta perlustrando il tratto di mare della vicina spiaggia di contrada "Bulala".
Critica la situazione nella zona di Catania, Enna, Siracusa e Ragusa, ma nelle ultime ore diversi disagi sono stati segnalati anche nel nisseno, tra Niscemi e Gela. Nel catanese particolarmente colpiti i comuni di Paternò e Adrano, con allagamenti per le strade del centro e alberi caduti in diversi punti della città. I vigili del fuoco hanno dovuto soccorrere diversi automobilisti anche a Carlentini (Siracusa) e a Modica e Vittoria nel ragusano.
Situazione difficile anche nell'Ennese, dove sono decine gli interventi dei vigili del fuoco per allagamenti in abitazioni e uffici, caduta di alberi sulla strada e frane che, in alcuni casi hanno provocato l'interruzione di assi viari. A Nicosia, infatti, è caduto un grande pino interrompendo la 117 Nicosia-Mistretta.
Un altro albero caduto blocca la Sp Nicosia Agira, arteria che collega all'autostrada A19 in direzione Catania.
Allagamenti anche a Palermo, soprattutto sulla circonvallazione e nella borgata marinara di Mondello. I vigili del fuoco sono intervenuti questo pomeriggio per soccorrere un automobilista rimasto impantanato in via Ugo La Malfa. L'uomo ha chiesto aiuto perché non riusciva a uscire dalla sua macchina coperta per metà dall'acqua. I pompieri sono intervenuti anche in via Nave, traversa di corso Calatafimi, dove si è allagata una centralina elettrica dell'Enel che ha dovuto temporaneamente interrompere il servizio in quella zona. E questa mattina, la polizia ha soccorso il conducente di un trattore, rimasto impantanato mentre cercava di attraversare il letto di un torrente nei pressi del viadotto di Buonfornello.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati