Colpito e ucciso con calci, pugni e un tronco d’albero

Terribile omicidio la notte scorsa a Caltagirone. La vittima è un pensionato che attendeva l’apertura dell’ufficio postale. Arrestati due giovani: lo hanno aggredito dopo una rapina

CALTAGIRONE. Un uomo di 50 anni, Giovanni Montemagno, conosciuto con il nome di Maurizio, è stato ucciso a calci e pugni e a colpi di tronco d'albero la notte scorsa a Caltagirone, in provincia di Catania, mentre attendeva l'apertura dell'ufficio postale per prelevare la pensione della madre.
La vittima era solita ogni mese attendere la notte davanti all'ufficio per essere tra i primi ad entrare ed evitare le code agli sportelli. L'aggressione è avvenuta poco dopo l'una di notte nei pressi di viale Mario Milazzo.
Gli agenti durante la notte hanno arrestato con l'accusa di omicidio due giovani, William Saporito, di 22, e Mirko Nigido, di 26, che secondo gli investigatori avrebbero agito a scopo di rapina. Nigido, bloccato nei pressi del luogo dell'aggressione, è stato trovato in possesso di due carte di credito sottratte alla vittima. Saporito è stato fermato in ospedale, dove era andato per accertarsi delle condizioni di salute della vittima dopo aver visto che era stato portato via in ambulanza. Montemagno, secondo quanto accertato dagli investigatori, è stato preso a pugni e calci prima di essere colpito ripetutamente in testa con un tronco d'albero, abbandonato a poca distanza. L'uomo è stato trovato agonizzante da una volante, avvertita da un cittadino. E' stato soccorso con una ambulanza ma è morto subito dopo il ricovero nell'ospedale 'Gravina'.  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati