"Concorso truccato al policlinico" di Messina, ex rettore e presidente Provincia tra gli indagati

Accusati di abuso d'ufficio per aver favorito la vittoria dell'ex presidente del Consiglio comunale in un concorso per dirigente medico, anche l'ex direttore sanitario, un medico, una ricercatrice e un docente

MESSINA. Il gup di Messina, Maria Teresa Arena, ha rinviato a giudizio il rettore dell'Università di Messina, Franco Tomasello, la moglie Melitta Grasso, il presidente della Provincia, Nanni Ricevuto, l'ex presidente del Consiglio comunale, Umberto Bonanno, l'ex direttore sanitario del Policlinico, Giovanni Materia, il docente di Medicina del Lavoro, Carmelo Abbate, il medico, Concetto Giorgianni e la ricercatrice Giovanna Spatari nell'ambito dell'inchiesta su presunte irregolarità nel concorso all'Istituto di Medicina del lavoro del Policlinico del novembre 2005. Secondo la Procura gli indagati favorirono la vittoria dell'ex presidente del consiglio, Umberto Bonanno, in un concorso per dirigente medico nell'Unità operativa complessa di Medicina del lavoro facendo pressioni sulla commissione d'esami. L'accusa per tutti è di concorso in abuso d'ufficio, ma Ricevuto e Bonanno sono imputati anche per falso ideologico e truffa. Ricevuto, ex viceministro della Funzione Pubblica del primo governo Berlusconi, avrebbe certificato, su carta intestata del ministero, lo svolgimento di funzioni pubbliche da parte di Bonanno al Miur.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati