Nicole Minetti sentita dai pm di Milano

La consigliera regionale lombarda indagata per favoreggiamento della prostituzione nella vicenda Ruby, è stata ascoltata per due ore. Intanto Casini attacca il premier: "Eviti di parlare di complotti"

MILANO. Si è svolto ieri l'interrogatorio di Nicole Minetti, la consigliera regionale indagata per favoreggiamento della prostituzione nell'ambito del caso Ruby.. Minetti è stata sentita per circa due ore dai pm Ilda Boccassini, Antonio Sangrermano e Pietro Forno.
L'interrogatorio di Nicole Minetti, assistita dall'avvocato Daria Pesce, era stato programmato per martedì prossimo secondo l'invito a comparire che era stato notificato alla consigliera regionale. Ma, d'accordo con la difesa della Minetti, l'atto istruttorio, tenutosi a Palazzo di giustizia, è stato anticipato a sorpresa per evitare la presenza davanti al Tribunale di fotoreporter, e cineoperatori, auspicio che era stato fatto dallo stesso difensore della Minetti nei giorni scorsi.   
Secondo quanto si è appreso, il verbale dell'interrogatorio é stato secretato. Nicole Minetti ha risposto però a tutte le domande dei pm della procura sul presunto giro di prostituzione che avrebbe alimentato le serata ad Arcore del premier Silvio Berlusconi indagato per prostituzione minorile e concussione.   
Minetti è indagata insieme con Lele Mora e Emilio Fede, anche loro accusati di favoreggiamento della prostituzione. La procura di Milano dopo l'atto istruttorio di questo pomeriggio, nei prossimi giorni depositerà la richiesta di rito immediato per il premier.
Intanto sulla vicenda è intervenuto oggi anche il leader dell'Udc, Pier Ferdinando Casini, durante la trasmissione 'Che tempo che fa'. "Il presidente del Consiglio potrebbe rispondere ai giudici ed evitare di parlare di complotti, perché ai complotti nessuno ci crede”. Un esempio? Il 'rapporto fisso' dichiarato da Silvio Berlusconi per smentire i festini ad Arcore: "La fidanzata - ha osservato Casini - è scappata dal binocolo".    
Alla domanda se crede che Berlusconi sia ricattato, il leader dell'Udc ha replicato di pensare che "é sotto pressione da tanta gente".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati