Ragusa, truffano madre e figlia disabili: 3 denunce

Per circa dieci anni hanno prelevato le pensioni di circa 2 mila euro al mese delle donne costringendole a vivere quasi in uno stato di indigenza. La scoperta della guardia di Finanza

RAGUSA. Prelevavano pensioni per circa 2 mila euro al mese ad una mamma e figlia con handicap mentale ma li costringevano a vivere quasi in uno stato di indigenza. Una truffa durata per circa un decennio, scoperta a Ragusa dalla Guardia di Finanza e sfociata nella denuncia a piede libero per tre persone accusate di circonvenzione d'incapace e appropriazione indebita.
Dopo la morte del marito e del padre, le due donne portatrici di handicap mentale erano assistite da tre amici di famiglia: marito, moglie e figlia, delegati anche a riscuotere le pensioni e ad accudire totalmente le due donne. Avrebbero dovuto pagare anche l'affitto della casa allo Iacp, ma la famiglia risultava morosa.
La Guardia di finanza di Ragusa ha indagato per circa un anno prima di fare piena luce sul reato. L'inchiesta è stata coordinata dalla Procura di Ragusa.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati