Invalidi e pensionati sui bus, via libera solo per 2 mila tessere

Accordo tra il Comune di Palermo e i sindacati. Disponibili solo 232 mila euro

PALERMO. Con pochi soldi, ma si parte. È questo lo spirito con cui, nella giornata di ieri, sindacati e Comune hanno trovato un accordo sulla distribuzione gratuita degli abbonamenti e dei carnet di cento biglietti Amat ad invalidi e pensionati. Dopo le proteste di Cgil, Cisl e Uil e dei cittadini, che dallo scorso 31 dicembre si vedono ritirare gli abbonamenti perché scaduti, l'assessorato alle Politiche sociali mette mano al portafoglio ed entro la prima decade di febbraio pubblicherà il bando per l'erogazione di tessere e biglietti. Si dovranno fare i conti, però, con appena 232 mila euro, somma ricavata dalle maglie del finanziamento dedicato ai trasporti per il 2010, stanziato con la legge 328 e pari a circa due milioni di euro. Mentre lo scorso anno, infatti, per lo stesso servizio erano stati spesi un milione e trecentomila euro, questo inizio del 2011 vedrà soddisfatte le richieste di circa duemila persone, tra invalidi e pensionati. In attesa, quantomeno, dell'approvazione del bilancio comunale 2011 e dell'arrivo di nuove somme nelle casse dell'assessorato.
Un approfondimento sul Giornale di Sicilia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati