Metalmeccanici, a Termini sciopero della Fiom siciliana

TERMINI IMERESE. Si terrà a Termini Imerese, venerdì la manifestazione regionale dei metalmeccanici della Fiom nell'ambito dello sciopero generale della categoria "per la riconquista del contratto di lavoro senza deroghe e per la difesa di diritti, democrazia e rappresentanza". In quello che la Fiom regionale ha scelto come "luogo simbolo - dice la segretaria generale, Giovanna Marano - dove, con la scelta di chiudere con la produzione di auto, ha avuto inizio la strategia autoritaria di Marchionne" ci sarà un corteo (il concentramento è alle 9.30 in piazza della Vittoria, a Termini bassa) che sfilerà per le vie della città e, in piazza del Comune (Termini alta), i comizi di Giovanna Marano, Serena Sorrentino (Cgil nazionale), Enzo Masini (Fiom nazionale).
"In una regione come la Sicilia, che sta subendo pesantemente gli effetti della crisi - afferma Marano - non è certo la ricetta giusta quella che prevede l'abbassamento delle tutele e dei diritti". La segretaria regionale della Fiom ricorda che "nell'isola le ore di cassintegrazione sono state 22 milioni nel 2010, buona parte di queste nel settore metalmeccanico. Siamo quindi lontani da una ripresa". Oltre che "del contratto nazionale - sottolinea la Marano chiamando in causa anche la Regione siciliana - servono in questo contesto misure di reinserimento al lavoro che la regione non ha ancora predisposto ma anche misure formative. E' inconcepibile - sottolinea - che restino inutilizzate le risorse comunitarie destinate da due anni alla riqualificazione, integrazione e sostegno al reddito dei cassintegrati di lunga durata e dei lavoratori in mobilità".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati